Bugiardino Piridostigmina bromuro Compresse


Categoria
Piridostigmina bromuro appartiene alla categoria terapeutica dei farmaci parasimpaticomimetici, di tipo anticolinesterasico.

Principi attivi
PIRIDOSTIGMINA BROMURO

Indicazioni
Miastenia grave. Atonia intestinale.

Controindicazioni
Ipersensibilita' accertata agli anticolinesterasici e verso i bromuri. Ostruzioni intestinali e urinarie di tipo meccanico.

Posologia
Miastenia grave: la posologia va adattata, sia per quanto riguarda l'entita' delle singole dosi che il numero delle dosi giornaliere, alle effettive esigenze individuali. Come schema posologico generale, 1-3 compresse da 60 mg, 2-4 volte al giorno, da aumentare nelle forme piu' gravi. Atonia intestinale: una compressa da 60 mg, ad opportuni intervalli, vale a dire ogni 4 ore. Sovradosaggio: Come per tutti i farmaci anticolinesterasici, il sovradosaggio di piridostigmina bromuro, puo' provocare crisi colinergiche caratterizzate, tra l'altro, da eccessiva debolezza muscolare che, qualora si estendesse alla muscolatura respiratoria, potrebbe avere in casi estremi effetto letale. La stessa sintomatologia puo' anche manifestarsi a causa di un aggravamento della malattia miastenica, per cui e' molto importante poter distinguere se la crisi colinergica e' dovuta alla miastenia piuttosto che a sovradosaggio di piridostigmina bromuro: nel primo caso e' richiesta una terapia anticolinesterasica intensiva, nel secondo caso si deve ricorrere a farmaci di tipo atropinico.

Avvertenze
La sicurezza di piridostigmina bromuro durante la gravidanza e l'allattamento non e' stata accertata pertanto nelle donne in stato di gravidanza, durante l'allattamento e nella primissima infanzia il prodotto va somministrato nei casi di effettiva necessita', sotto il diretto controllo del medico.

Interazioni
Il concomitante uso di alcuni antibiotici in genere aminoglicosidici o di alcuni anestetici, in particolare l'etere, puo' contrastare l'azione antagonista di piridostigmina bromuro nei confronti dei farmaci curarizzanti non depolarizzanti.

Effetti indesiderati
Sono soprattutto causati da iperdosaggio del farmaco e sono di due tipi, muscarinico (nausea, vomito, diarrea, aumento della peristalsi e della salivazione, miosi) e nicotinico (crampi muscolari, debolezza muscolare, fascicolazione). Gli effetti muscarinici possono essere controllati con l'atropina. Cosi' come avviene per qualunque composto contenente radicali bromici, anche con piridostigmina bromuro possono aversi eruzioni cutanee, che scompaiono spontaneamente sospendendo la somministrazione del farmaco. I soggetti predisposti possono manifestarsi reazioni di ipersensibilita'.